Il Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, noto anche con l’acronimo MiBACT, è il dicastero del Governo della Repubblica Italiana preposto alla tutela della cultura, dello spettacolo, e alla conservazione del patrimonio artistico e culturale e del paesaggio.
Il Ministero per i Beni Culturali e Ambientali fu istituito da Giovanni Spadolini nel 1974, con il compito di affidare unitariamente alla specifica competenza di un Ministero appositamente costituito la gestione del patrimonio culturale e dell’ambiente, allo scopo di assicurare l’organica tutela di interesse di estrema rilevanza sul piano interno e nazionale. La struttura organizzativa del dicastero è piuttosto complessa, ed è stata oggetto di ripetute modifiche. Essa dispone di uffici di diretta collaborazione del ministro e uffici propri del dicastero, a livello centrale, nonché di uffici periferici. Presso il Ministero operano il Consiglio superiore per i beni culturali e paesaggistici e il Consiglio superiore per il cinema e l’audiovisivo. Essi rivestono il ruolo di organi consultivi a carattere tecnico-scientifico in materia rispettivamente di beni culturali e paesaggistici, e di cinema e audiovisivo. Agiscono, inoltre, sette comitati tecnico-scientifici concernenti la tutela di determinate strutture e materie quali i musei e l’economia della cultura, il paesaggio, l’archeologia, le biblioteche e gli istituti culturali, gli archivi, l’arte e l’architettura contemporanee, le belle arti.
Chiudi il menu