La sfida ambientale del Manifesto di Assisi

Un’economia a misura d’uomo contro la crisi climatica

Venerdì scorso, nella splendida cornice del Salone Papale del Sacro Convento di Assisi, si è tenuta la presentazione del Manifesto di Assisi, intitolato Un’economia a misura d’uomo contro la crisi climatica, che ha richiamato, nella città serafica, esponenti di spicco del mondo economico, accademico, politico, culturale e religioso.

Questa iniziativa è stata promossa da:

  • Ermete Realacci, Presidente Fondazione Symbola 
  • Vincenzo Boccia, Presidente Confindustria
  • Ettore Prandini, Presidente Coldiretti
  • Francesco Starace, AD Gruppo Enel
  • Fra’ Mauro Gambetti, Padre Custode del Sacro Convento di Assisi
  • Fra’ Enzo Fortunato, Direttore Rivista San Francesco
  • Catia Bastioli, AD Novamont 

Essa rappresenta, attraverso la sfida alla crisi climatica, una grande occasione per rendere la nostra economia e la nostra società più a misura d’uomo e per questo più capaci di futuro.

Tale sfida infatti richiede, come sottolinea il Manifesto stesso, “il contributo delle migliori energie tecnologiche, istituzionali, politiche, sociali, culturali. Il contributo di tutti i mondi economici e produttivi e soprattutto la partecipazione dei cittadini. Importante è stato ed è in questa direzione il ruolo dell’enciclica Laudato si’ di Papa Francesco”.

Tra i saluti istituzionali che hanno avviato il dialogo tra i firmatari, anche quello di Fra’ Mauro Gambetti, Padre Custode del Sacro Convento di Assisi.

Padre Mauro, citando la celebre canzone Quattro amici di Gino Paoli, e ricordando i versi in cui si manifestava la volontà dei protagonisti di “cambiare il mondo”, ha riproposto retoricamente la vexata quaestio: “Siamo contenti di questo mondo?”

Condividendo le parole del cantautore goriziano, nonché la volontà di provare a cambiare rotta adottando stili di vita maggiormente sostenibili, il Padre Custode ha affermato che nel complesso e minuto microcosmo del Sacro Convento si sta già sperimentando questa esperienza.

“Insieme ad alcuni partner che ci supportano sul piano scientifico, operativo e comunicativo – ha dichiarato Padre Mauro -, e che ringrazio sentitamente, abbiamo svoltato del tutto ecologicamente grazie al Progetto Fra’ Sole; Progetto che curerà anche la sostenibilità dell’evento Economy of Francesco in marzo”.

Ricordando poi la monografia di Fra’ Sole, realizzata da Valori e contenente la documentazione sugli sviluppi del Progetto, il Padre Custode ha definito incredibili gli obiettivi che la comunità francescana di Assisi sta raggiungendo nella riduzione del proprio impatto ambientale.

Buone pratiche che ben si sposano con i propositi del Manifesto di Assisi, elogiato non solo da Padre Mauro nel prosieguo del suo discorso introduttivo, ma anche dagli altri partecipanti che, ai concetti di ecologia integrale e di economia circolare, hanno aggiunto l’indispensabile tassello della finanza etica.

Infine, dopo le parole di personalità istituzionali come il Presidente della CEI Cardinale Gualtiero Bassetti e il Presidente del Parlamento Europeo David Sassoli, il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha concluso l’incontro, dichiarando che l’Italia può recitare un ruolo da protagonista nello sviluppo sostenibile e in quella green economy che, come ricorda il Manifesto stesso, “rende più competitive le nostre imprese e produce posti di lavoro affondando le radici, spesso secolari, in un modo di produrre legato alla qualità, alla bellezza, all’efficienza, alla storia delle città, alle esperienze positive di comunità e territori”. 

Per visionare il Manifesto di Assisi, clicca qui.

Di seguito, l’intervento del Padre Custode, Fra’ Mauro Gambetti.

Condividi sui social

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su telegram

Condividi sui social

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su telegram

Cerca

Blog recenti

Chiudi il menu