Fra’ Sole alla presentazione de “La Bibbia dell’Ecologia” di Roberto Cavallo

A Matera è intervenuto il coordinatore del progetto Giuseppe Lanzi

Martedì 22 giugno si è svolto, presso l’hub di San Rocco a Matera, l’evento “La cura della Terra parte da casa nostra” durante il quale è stato presentato il saggio “La Bibbia dell’Ecologia. Riflessioni sulla cura del Creato” scritto dal divulgatore ambientale Roberto Cavallo.

L’incontro ha rappresentato una preziosa opportunità per affrontare diversi temi legati alla cura del pianeta e all’attuazione di quelle buone pratiche volte a garantirne la tutela.
Raccontando la sua esperienza personale e riportando alcuni dei dati scientifici raccolti in diversi anni di studio, Cavallo ha evidenziato l’importanza di riscoprirsi non solo responsabili, bensì corresponsabili verso questa casa comune che tutti noi siamo chiamati a custodire, invitando l’uomo al confronto basato sul buon senso. Ed è proprio il buon senso, secondo Cavallo, uno dei punti cardine dell’economia circolare, da impiegare per creare nuove opportunità di rinascita e di crescita, riutilizzando le risorse a disposizione.

Prenderci cura della nostra casa comune, promuovendo la finanza etica e l’economia circolare, è anche il messaggio veicolato dal Progetto Fra’ Sole, posto in essere per raggiungere la completa decarbonizzazione del Complesso Monumentale Francescano di Assisi.
Attraverso le parole del coordinatore di progetto Giuseppe Lanzi, tra i relatori dell’incontro, è stata sottolineata la necessità di custodire il Creato, fronteggiando e risolvendo quei problemi che, pur accompagnati dall’aggettivo “ambientali”, riguardano ciascun individuo in prima persona, giacché il pianeta è resiliente, l’uomo no.
È dunque indispensabile adottare stili di vita maggiormente sostenibili e operare scelte che contribuiscano a ridimensionare sensibilmente la nostra impronta ecologica, come quelle individuate e concretizzate presso il Sacro Convento di Assisi al fine di ridurre l’impatto ambientale del Complesso Monumentale, della comunità dei Frati e dei milioni di pellegrini che annualmente giungono da ogni parte del mondo per visitare la città serafica.

L’incontro è poi proseguito con gli interventi di Giuseppe Milano di Greenaccord, di Padre Pietro Anastasio della Comunità Francescana Santuario della Palomba e di Bartolo Di Chio, docente universitario del Dipartimento delle culture europee e del Mediterraneo, che hanno arricchito ulteriormente il momento di riflessione con interessanti spunti legati al tema dell’ambiente e della sostenibilità nella sua triplice declinazione ambientale, economica e sociale.

Per rivedere integralmente l’evento, clicca qui.

Condividi sui social

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su telegram